ProtoCycler: un progetto ecosostenibile per la stampa 3D

Come anticipato anche sulla nostra pagina Facebook, qualche mese fa Ricoh ha annunciato l’avvio di una partnership con Leapfrog 3D Printers, leader nel settore della stampa 3D. L’accordo rappresenta un ulteriore passo avanti da parte di Ricoh, azienda sempre attenta all’innovazione e ai cambiamenti di un mercato in continua evoluzione.

La stampa 3D è ormai una realtà in progressiva espansione che ha già permesso di apportare numerosi benefici in diversi ambiti di applicazione. La crescente diffusione delle stampanti 3D coincide con lo sviluppo di soluzioni che ne permettano un utilizzo sempre più rispettoso dell’ambiente.

Così, qualche mese fa è partita su Indiegogo una raccolta fondi per la messa in produzione di ProtoCycler, un dispositivo in grado di riciclare plastica per le stampanti 3D. L’apparecchio, progettato da tre studenti d’ingegneria della University of British Columbia in Canada, è in grado di riciclare bottiglie e rifiuti di plastica dai quali vengono estratti i filamenti utilizzati dalle suddette stampanti.

Il meccanismo di ProtoCycler è basato su un sistema in grado di ridurre il materiale di scarto in veri e propri “gomitoli” utili per stampare oggetti in 3D. Risparmio e rispetto per l’ambiente sono i principali benefici apportati da ProtoCycler. Inoltre, le dimensioni particolarmente ridotte, consentono al dispositivo di essere collocato comodamente vicino al Pc rendendolo assai pratico e maneggevole soprattutto in ufficio.

Alla base del progetto, la preoccupazione dei tre studenti per la grande quantità di rifiuti (soprattutto plastica) generata dai loro stessi progetti d’ingegneria. Il “senso di colpa”, dunque, sembra averli spinti a trovare un modo ecologico per riciclare e riutilizzare l’enorme massa di plastica immessa nell’ambiente.

Un bel progetto che, in poco tempo, ha permesso di raccogliere i fondi necessari alla messa in produzione del dispositivo e che, probabilmente, contribuirà anche a una maggiore diffusione delle stampati 3D.

Questo elemento è stato inserito in News. Aggiungilo ai segnalibri.