L’architettura diventa natura, l’ufficio ecosostenibile esiste

A chi non piacerebbe lavorare a contatto con la natura e in ufficio completamente ecosostenibile? Grazie al progetto dello studio tunisino hk+b Architecture, sembra proprio che i dipendenti dell’Agenzia Regionale della città di Beja (nella Tunisia settentrionale), potranno ben presto beneficiare di tale privilegio.

L’edifico ancora in fase di costruzione e inserito in una rigogliosa area boschiva, è stato progettato con il preciso scopo di non danneggiare in alcun modo il contesto naturale circostante. Infatti, nessun albero è stato abbattuto per la sua realizzazione, anzi, il complesso risulta perfettamente integrato con il paesaggio. L’obiettivo degli architetti e dei progettisti era, appunto, realizzare un edificio rispettoso dell’ambiente che non alterasse l’area boschiva limitrofa e che offrisse ai dipendenti la possibilità di lavorare a diretto contatto con la natura.

Così, gli alberi presenti nell’area sono stati incorporati nella costruzione sfruttando, in particolare, un cortile interno semichiuso delimitato da un patio che attraversa il corpo dell’edificio. Il risultato, inutile dirlo, è particolarmente suggestivo.

Sui tetti spioventi sono stati poi istallati dei pannelli fotovoltaici per contribuire al risparmio energetico mentre, per le facciate sul lato sud-est si è fatto uso di vetrate che consentono l’ingresso della luce solare e al contempo contribuiscono a creare continuità tra l’ambiente interno e quello esterno ricco di vegetazione. Quest’ultima, tra l’altro, si rivela estremamente utile poiché permette di mitigare la temperatura e l’umidità interne.

Insomma, forse ci è venuta un’idea per la nostra prossima sede.

Questo elemento è stato inserito in News. Aggiungilo ai segnalibri.