Torre dei cedri Losanna

La “Torre dei Cedri”: a Losanna il primo bosco verticale

Quando natura e architettura si incontrano nascono grandi progetti, destinati a lasciare il segno. È il caso della Torre dei Cedri che andrà ad arricchire la skyline di Losanna, in Svizzera, proprio sul lago di Lemano.

Un progetto ambizioso che nasce con l’intento di “migliorare la qualità urbana e aumentare la biodiversità delle specie nelle nostre città“, spiega Stefano Boeri l’Architetto che la Torre l’ha disegnata avvalendosi della collaborazione di Buro Happold Engineering e Laura Gatti.

Ma di cosa si tratta esattamente? Di un grattacielo di 36 piani, alto 117 metri, che ospiterà un vero e proprio bosco verticale con 24 mila piante, in particolare, neanche a dirlo, alberi di cedro. Per la precisione saranno 100 e di quatto specie diverse.

Ma perché proprio il cedro? La pianta è stata scelta per la sua capacità di adattamento a qualunque condizione climatica, ma anche per il suo aspetto maestoso che renderà l’edificio ancora più suggestivo, se possibile.

La Torre dei Cedri sarà il primo edificio così altro a ospitare alberi sempre verdi e non è un caso dal momento che gli arbusti apporteranno un enorme contributo ecologico alla città. Le foglie, infatti, sono in grado di fissare le polveri sottili assorbendo così parte dell’anidride carbonica presente nell’aria. Un perfetto connubio tra sostenibilità e innovazione che oltre a residenze private, ospiterà uffici e servizi tra cui una palestra e un ristorante.

Photo Credits: ilgiornale.it

Questo elemento è stato inserito in News. Aggiungilo ai segnalibri.