Plastica di canapa per la stampa 3D e non solo

La plastica di canapa per la stampa 3D… e non solo!

La plastica è considerata tra i materiali più inquinanti, ma nonostante ciò viene ancora prodotta in enormi quantità ogni giorno. Si è sempre cercato di trovare valide alternative a questa risorsa dannosa per l’ambiente, così si è pensato di sostituire i composti chimici della plastica utilizzando un materiale proveniente dalla canapa.

In commercio sono già presenti prodotti realizzati con la plastica di canapa, come ad esempio alcuni specchietti retrovisori delle automobili e strumenti per l’agricoltura. Addirittura, una delle prime automobili di serie di Henry Ford del 1937 era stata ultimata con un materiale plastico ottenuto dai semi di canapa e altre piante come soia, grano e ramia.

La start up catanese Kanèsis ha impiegato questo materiale nei settori industriali e alimentari, e più di recente ha implementato anche l’utilizzo della termoplastica. Anche altri settori commerciali come quello della bioedilizia, nautico e tessile nutrono un forte interesse verso questo processo produttivo e, pertanto, vorrebbero mettere in pratica il suo utilizzo per ridurre al minimo l’impatto ambientale.

La cellulosa di canapa (polimero biodegradabile) è un elemento dal quale è possibile produrre materiali plastici ecosostenibili e viene considerata una risorsa per il futuro, soprattutto nell’ambito della stampa 3D.

Attualmente per il sistema della stampa 3D viene impiegato un acido polilattico detto PLA, un tipo di plastica biodegradabile, ma più costosa della comune plastica. La bio-plastica a base di canapa, invece, è ottenuta dai materiali di scarto dei processi industriali di tre piante, ed è 100% naturale, biodegradabile e compostabile, più leggera ed elastica della plastica petrolchimica e può essere utilizzata per i filamenti delle stampanti tridimensionali.

In futuro, se questo materiale di derivazione vegetale andasse a sostituire la plastica petrolchimica, potrebbe rappresentare una risorsa basilare per la salvaguardia del nostro pianeta.

Questo elemento è stato inserito in News. Aggiungilo ai segnalibri.