Energizer: batterie eco-friendly materiale riciclato

In arrivo dall’America le batterie eco-friendly realizzate con materiale riciclato

Come tutti sanno, le pile esaurite rappresentano una parte consistente dei rifiuti considerati pericolosi per l’ambiente. Le pile, infatti, sono estremamente velenose poiché contengono sostanze chimiche altamente inquinanti per il terreno e le falde acquifere, tra cui il mercurio e il cadmio.

Per ovviare almeno parzialmente al problema, Energizer ha creato Ecoadvanced un nuovo tipo di batterie alcaline AA prodotte utilizzando il 4% di materiale riciclato, così da ridurre l’impatto ambientale. La percentuale è piuttosto contenuta, ma significativa poiché rappresenta il primo tentativo concreto di rendere il mercato delle batterie più eco-friendly.

I dispositivi elettronici moderni sono equipaggiati con batterie agli ioni o al litio che possono essere ricaricate connettendo il device alla presa elettrica. In commercio, però, esistono ancora molti prodotti che utilizzano batterie tradizionali il cui smaltimento rappresenta un problema non certo trascurabile a livello ambientale ed ecologico, soprattutto se si pensa ai materiali tossici in esse contenuti.

Per questo, dopo sette anni di ricerche e studi è stata presentata la nuova linea di batterie Ecoadvanced. Le nuove batterie sono di tipo AA e per il 4% composte da materiali riciclati (nel caso della versione AAA per il 3,8%).

Energizer ha già dichiarato che i test e gli studi condotti hanno portato risultati positivi e che, entro il 2025, la percentuale di materiali riciclati contenuti nelle batterie potrà arrivare al 40%. Al momento la commercializzazione delle batterie “ecologiche” è prevista solo negli USA al prezzo di 5 dollari per un pacchetto contenente quatto batterie.

Nell’attesa che l’innovativo prodotto venga lanciato anche in altri Paesi tra cui, si spera, l’Italia, non possiamo che consigliarvi di scegliere sempre batterie ricaricabili, una valida alternativa alle pile tradizionali che consentono di risolvere alla radice il problema dello smaltimento. Certo, la spesa iniziale è maggiore, ma nel tempo il risparmio è garantito poiché le batterie, una volta esaurite, possono essere ricaricate grazie all’apposito caricatore.

Questo elemento è stato inserito in News. Aggiungilo ai segnalibri.