L’importantanza di rendere il proprio ufficio ecofriendly per il benessere dei lavoratori e dell’ambiente

Il tema della sostenibilità ambientale, come testimoniano anche i numerosi movimenti nati in tutto il mondo per chiedere a gran voce azioni concrete contro il surriscaldamento globale, non è più procrastinabile. Per cambiare le cose, però, non basta fare in modo che le industrie producano meno emissioni di CO2 o creare zone a traffico limitato nelle città: ciò che occorre è soprattutto un mutamento delle abitudini quotidiane. Anche in ufficio, quindi, è importante adottare alcune best practices fondamentali per renderlo più ecofriendly e migliorare così il benessere dei dipendenti e la salubrità dell’ambiente.

Un’idea molto interessante e già applicata in diversi contesti all’estero, inclusi gli uffici di note multinazionali, consiste nel mettere insieme una squadra di lavoro il cui compito è appunto quello di sensibilizzare i lavoratori sull’importanza dell’ecosostenibilità anche al desk. Il team dedicato all’ambiente, inoltre, alle attività formative può affiancare anche quelle pratiche, come per esempio programmi di riciclo.

L’ideale è darsi obiettivi “ecologici” mensili, che potrebbero anche essere inclusi all’interno di una strategia più strutturata di team building: i colleghi si dividono in squadre, che si sfidano tra loro per ottenere un premio. Le sfide possono essere di varia natura, come per esempio l’evitare al 100% l’utilizzo della plastica per un intero mese, mentre le ricompense si possono declinare in buoni regalo o snack, magari biologici. In questo modo, l’ecologia si combina con la sana competizione e oltretutto divertendosi!

Come far diventare il proprio ufficio ecosostenibile? Le azioni da mettere in pratica

Tra i consigli per rendere il proprio ufficio ecofriendly uno dei più validi consiste nel dotarsi di prodotti maggiormente sostenibili. Dal momento che, molto spesso, le aziende non hanno budget sufficiente per rinnovare l’intero sistema di gestione dell’ufficio in ottica ecologica, è possibile concentrarsi solo sulle macrocategorie, come per esempio l’elettronica.

Negli Stati Uniti, una delle principali aziende per la fornitura di assistenza medica e copertura assicurativa sanitaria ha scelto di dotarsi di apparecchi elettronici green, risparmiando complessivamente ben 124 tonnellate di rifiuti pericolosi da smaltire. In questo caso, quindi, a fronte di un investimento importante per l’acquisto di prodotti ecofriendly, è stato assicurato un notevole risparmio sui costi di smaltimento dei materiali più inquinanti. 

Un’altra buona abitudine per essere più ecofriendly anche in ufficio consiste nell’imparare a dosare l’energia, il che si declina in una serie di piccole ma importanti azioni, quali spegnere il computer prima di uscire al termine della giornata di lavoro, evitare di accendere la luce artificiale, sfruttando invece quella naturale e, soprattutto, maneggiare con cura il termostato e l’aria condizionata.

Negli uffici, in estate, la temperatura è molte volte addirittura fredda: d’accordo non sudare al desk, ma è davvero necessario stare al freddo? La risposta, ovviamente, è no e tante aziende, fortunatamente, l’hanno già capito. È sufficiente lo scarto di un solo grado, infatti, per risparmiare oltre 30.000 kilowatt di energia e, di conseguenza, ridurre la relativa spesa per il consumo energetico.

Tra le best practices da menzionare per rendere il proprio ufficio ecofriendly non può mancare una voce fondamentale: abbattere lo spreco di carta. Un problema, quello del consumo eccessivo di carta, che riguarda qualsiasi tipo di ufficio, grande o piccolo che sia e che ha un notevole impatto sull’ambiente. Per fortuna, accanto a piccoli accorgimenti, come utilizzare risme di fogli di carta riciclata e dotare l’ufficio di cestini per la raccolta differenziata, i progressi tecnologici compiuti negli ultimi anni rappresentano un valido aiuto per rivoluzionare l’ufficio secondo un modello più green.

Le stampanti multifunzione Ricoh sono dotate di numerose applicazioni che permettono di ottimizzare il lavoro e ridurre gli sprechi. Il servizio Posta Pronta, per esempio, consente di inviare documenti via posta ordinaria o tramite raccomandata direttamente dalla multifunzione, evitando così di perdere tempo con lunghe file alle poste e diminuendo drasticamente lo spreco di carta (senza contare le emissioni di CO2 che potrebbero essere immesse nell’ambiente per recarsi all’ufficio postale). Altre funzionalità progettate in ottica green sono la Shared Folder Print, per stampare documenti solo on demand – e, dunque, solo se strettamente necessario – e la Copia Carta ID, che permette di stampare sulla stessa facciata l’intero documento di identità. 

Questo elemento è stato inserito in News. Aggiungilo ai segnalibri.