Come trasformare un edificio abbandonato in un ambiente ecosostenibile

In fatto di green building l’Italia ha ancora tanto da imparare, ormai lo sappiamo. I migliori esempi in questo settore, ci giungono per lo più dall’estero. In molte occasioni vi abbiamo parlato di edifici ecosostenibili realizzati in diverse parti del mondo come: Cina, Giappone e Tunisia.

Certo, qualche esempio italiano non manca ma siamo ancora lontani dall’obiettivo. Le ultime novità ci giungono dal Vietnam dove lo studio di architettura “Studio 102” di Hanoi ha trasformato un vecchio edificio abbandonato in un ambiente di lavoro completamente eco-friendly.

La perfetta integrazione con la natura rende l’ambiente non solo ecosostenibile, ma anche bello da vivere e da vedere. Dal pavimento, completamente realizzato in legno, sbucano numerose varietà di piante e, dal momento che le pareti sono state abbattute, gli spazi interni comunicano con gli ambienti esterni.

I materiali utilizzati sono tutti di recupero, ciò ha consentito un grande risparmio economico e una netta riduzione dell’impatto ambientale.

Inoltre, per abbattere ulteriormente i costi di realizzazione, i progettisti hanno cercato il più possibile di sfruttare la ventilazione e la luce naturale, rendendo l’ambiente più salubre e vivibile. Insomma, il luogo di lavoro ideale per chi è sensibile alle cause ambientaliste, ma anche per tutti coloro che desiderano affrontare la giornata lavorativa in un ambiente perfettamente in armonia con la natura.

Personalmente, gli proporremo anche di adottare le nostre soluzioni di conservazione sostitutiva e di archiviazione digitale per ridurre i costi operativi e l’utilizzo di carta.

Photo credits: kientruc102.com

Questo elemento è stato inserito in News. Aggiungilo ai segnalibri.