Come smaltire correttamente i rifiuti elettronici

Ogni anno, in Italia, vengono prodotte almeno 1 milione e mezzo di tonnellate di Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche, dall’acronimo RAEE, chiamati anche e-waste (dall’inglese Waste of Electric and Electronic Equipment WEEE). Questo tipo di rifiuti è altamente pericoloso per l’ambiente e necessita di uno smaltimento particolare.

Rientrano nella categoria RAEE tutti i rifiuti prodotti da macchine di natura tecnologica che dal 2014 è obbligatorio contrassegnare con il simbolo del cassonetto sbarrato sull’etichetta in base al seguente raggruppamento:

  • R1 grandi elettrodomestici di refrigerazione come frigoriferi e condizionatori;
  • R2 grandi elettrodomestici come lavatrici, lavastoviglie, apparecchiature, aspirapolveri;
  • R3 TV e Monitor a tubo catodico;
  • R4 Elettronica di consumo, telecomunicazioni, informatica, piccoli elettrodomestici, giocattoli, dispositivi medici come bilance, calcolatrici, telefoni, radio, videogiochi, stampanti, computer, rasoi elettrici, asciuga capelli, saldatori, macchine da cucire;
  • R5 sorgenti luminose come lampade fluorescenti e sorgenti luminose compatte.

Rientrano nella categoria dei RAEE anche i toner delle nostre stampanti e multifunzione per i quali è obbligatorio provvedere a un corretto smaltimento al fine di ridurre il rischio di dispersione delle sostanze inquinanti e tossiche sia per l’ambiente che per la nostra salute. L’Unione Europea stabilisce misure preventive per evitare l’accumulo di rifiuti elettronici favorendo il loro riutilizzo e il riciclaggio, per far sì che si riduca il volume dei materiali in disuso da smaltire.

Dunque è importantissimo consegnare questo tipo di rifiuti ai centri di raccolta e alle isole ecologiche cittadine, le quali mettono a disposizione distributori per lo smaltimento dei RAEE. Riciclando i materiali elettronici aiuterete a ridurre le emissioni di CO2 contribuendo a donare nuova vita a materiali riutilizzabili.

Questo elemento è stato inserito in News. Aggiungilo ai segnalibri.