Batterie litio-aria, un’invezione ecosostenibile

Bisognerà aspettare ancora una decina di anni, ma il prototipo di batteria litio-aria realizzato dai ricercatori dell’Università di Cambridge, promette già ottime funzionalità, tra cui un’efficienza energetica superiore del 90% rispetto alle batterie agli ioni di litio (Li-Ion) attualmente in commercio.

Il funzionamento di questa nuova generazione di accumulatori di energia, prevede l’utilizzo di ossigeno (anziché degli ossidi dei metalli pesanti) e l’impiego di un elettrodo poroso di grafene che sfrutta lo ioduro di litio in soluzione acquosa, producendo idrossido di litio (LiOH) e generando, così, elettricità.

Clare Grey e Tao Liu, professori del Dipartimento di Chimica dell’Istituto e ideatori del prototipo che attualmente sfrutta l’ossigeno puro, dichiarano che ci vorranno almeno dieci anni di ulteriori studi per arrivare a ottenere una batteria che funzioni con l’aria che respiriamo.

Il settore che ne trarrà maggiori vantaggi sarà certamente quello automobilistico. Infatti, se la prospettiva di questa invenzione si confermerà valida, la durata delle batterie delle automobili elettriche diventerà particolarmente elevata permettendo un tragitto di 650 Km con una sola carica, diminuendo drasticamente l’utilizzo delle tradizionali automobili alimentate dai combustibili fossili altamente inquinanti.

Ci sono ancora criticità pratiche da risolvere, ma la batteria litio-aria oltre a essere più leggera ed economica, dimostra l’esistenza di una soluzione ecologica alternativa a ciò che già conosciamo.

Crediti fotografici: University of Cambridge

Questo elemento è stato inserito in News. Aggiungilo ai segnalibri.